La ciclabile del Mincio

Da Peschiera del Garda  a Mantova in bici

In ciclabile lungo gli argini del Mincio

45 km – 90 m disl+

 

La Ciclabile del Mincio o Ciclovia del Mincio è uno dei grandi classici nel panorama cicloturistico nazionale ed internazionale. Inserita nella Ciclovia Eurovelo 7 è meta costante attraversata da  migliaia di cicloturisti provenienti da tutta Europa. Tratta fondamentale del collegamento cicloturistico tra Nord Europa e Sud Italia.

Il Mincio è un estuario del Lago di Garda e la ciclabile lo percorre dalla sua nascita, a Peschiera del Garda,fino a Mantova. Itinerario ciclabile senza particolari difficoltà (dislivello praticamente inesistente) si presta ad essere percorso da tutti, famiglie, cicloviaggiatori e ciclisti anche poco allenati.

Io l’ho percorso durante il  mio cicloviaggio La Lunga Via dei Fiumi per rientrare a casa, attraverso il Garda Trentino,  per raggiungere le pendici del mio  Monte Baldo.

E’ un itinerario completamente su fondo asfaltato e percorribile con qualsiasi tipo di bici, trekking, bici da corsa, Mountain bike o gravel. Io me lo sono goduto con la mia Surly Midnight Special in assetto bikepacking.

La ciclabile del Mincio può essere considerata meta  di una giornata in bici quanto parte di un piccolo cicloviaggio.  Oltre Mantova infatti il percorso ciclabile si spinge  fino a dove il fiume confluisce nel Po poco dopo il borgo di Governolo.

 



 

Il Percorso

Il nostro percorso in bici  parte dal centro storico di Peschiera del Garda. Bellissimo borgo sull’acqua che mantiene intatte ancora oggi le sue caratteristiche di città fortificata di epoca Veneziana.

Gps acceso e costeggiamo le impressionanti mura di Peschiera per raggiungere l’inizio della ciclabile.  Da qui seguiamo l’argine destro del Mincio fino a Monzambano dove passiamo sulla sponda opposta del fiume. Il percorso della ciclabile del Mincio non presenta alcuna difficoltà. Per questo, in un contesto di totale tranquillità,  raggiungiamo il bellissimo  centro di Borghetto sul Mincio.

Borghetto sul Mincio è ormai meta consolidata del turismo internazionale da molti anni. Borgo che vive in completa simbiosi con il fiume, ha mantenuto intatto il suo assetto urbanistico di origine medievale. Caratteristici i suoi vecchi mulini oggi divenuti piccoli ristoranti sospesi sul fiume. Imponente, a protezione del borgo, il grande Ponte Visconteo antica diga fortificata costruita dai ViscontiDuchi di Milano nel XIV secolo. E poco più in alto le torri del Castello Scaligero di Valeggio sul Mincio regalano un panorama davvero unico. Da tempo Borghetto è uno dei  più visitati centri dei “Borghi più Belli d’Italia”.

In questo contesto merita una piccola deviazione proprio a Valeggio sul Mincio, a pochi passi da Borghetto, famosissima per i suoi tortellini e per il Parco Giardino Sigurtà, posto proprio lungo il nostro percorso in bici.

Da Borghetto la ciclabile del Mincio prosegue sull’argine sinistro del fiume fino a Pozzolo. Qui  il percorso ciclabile abbandona il fiume per seguire il corso di un canale artificiale fino a raggiungere Mantova.

Ad onor del vero, in questo punto la ciclabile diventa un pelino più monotona.  Io spesso preferisco lasciarla nei pressi di Marmirolo per continuare su un altro tratto ciclabile, che costeggia la Riserva Naturale di Bosco Fontana,  per ricongiungermi poi al tutto “ufficiale” poco prima di Mantova.

L’ingresso a Mantova è uno di quei momenti difficili da scordare. Se avete la fortuna di arrivare verso il tramonto l’attraversamento del Lago di Mezzo per entrare in città regala colori di rara bellezza. Aggiungetevi il profilo di Palazzo Ducale alle luci della sera e ne otterrete un risultato che vi stupirà.

Io amo terminare questo percorso in bici proprio in Piazza Sordello al cospetto dei portici del Palazzo Ducale per poi addentrarmi  tra i vicoli del meraviglioso centro storico di Mantova. Città carica di storia e d’arte, Mantova merita una visita approfondita di almeno un’intera giornata.

 



Da Mantova alla foce del Mincio

 25 km – 30 m disl+

 

Questo tratto non è inserito nel percorso della ciclabile del Mincio, ma ve lo consiglio vivamente per la sua bellezza. Per la maggior parte si pedala su fondo sterrato lungo gli argini del Mincio; per questo motivo è adatto a bici gravel o mtb.

Da Piazza Sordello seguo il lungo lago in direzione sud costeggiando Palazzo Ducale. Dopo un breve tratto cittadino il contesto ambientale cambia radicalmente. Il percorso segue un bellissimo single track lungo l’argine del Mincio per alcuni chilometri. Sto pedalando ai margini della Riserva Regionale Vallazza, una bellissima zona umida che segna la fine del Lago Inferiore del Mincio.

Mantova è ormai alle mie spalle e il single track lascia spazio a una comoda sterrata.  In poco più di 10 km raggiungo Governolo. Qui impossibile evitare una sosta allOstello del Concari, tappa obbligatoria per ogni cicloviaggiatore che passi da queste zone.

Altri 3km e si raggiunge, lungo una strada arginale, la foce del Mincio. In poco più di 70km abbiamo visto nascere e morire il Fiume.

 

 

Clicca QUI per scaricare la traccia della ciclabile del Mincio

Clicca QUI per scaricare il tratto gravel  Mantova – foce del Mincio